Login

Trend sull’occupazione: i dati analizzati da Linkedin

Le variazioni dei tassi di occupazione sotto la lente d'ingrandimento

La situazione dell’occupazione

Qual è la situazione dell’occupazione in questi giorni?
Linkedin, il social network legato al mondo del lavoro e dedicato allo sviluppo di contatti professionali, ha effettuato un’analisi sulle variazioni dei tassi di assunzione dall’inizio dell’emergenza per il coronavirus fino ad oggi.
Lo studio effettuato mette in luce le ricadute sul piano occupazionale dei provvedimenti presi dai Governi sia in Cina che in Italia, i Paesi che per primi sono stati colpiti dal virus.

Il primo effetto che emerge è una drastica discesa del tasso di assunzione rispetto al medesimo periodo per il 2019 ed è pari a -45% in Cina e -40% in Italia .

In Cina il calo si è verificato già dopo due settimane dal lockdown. In Italia, già dopo una settimana dalla firma del decreto dell’8 marzo in cui si estendevano le misure di chiusura a tutta la nazione, i dati hanno rilevato un crollo del 40% del tasso di assunzioni su base annua. A destare ulteriore preoccupazione in Italia è anche l’elevato tasso di disoccupazione che a gennaio scorso si è attestato attorno al 9,8%.

Situazione nel resto del mondo

Secondo le stime di Linkedin sull’occupazione la contrazione dei tassi di assunzione dovrebbe verificarsi anche in altri Paesi. Infatti, anche nel Regno Unito dove a gennaio si era registrato un livello record di occupati, i dati mostrano già un’inversione e una progressiva flessione. Stessa situazione per la Francia in cui , sempre a gennaio, si è registrato un tasso di disoccupazione inferiore all’8% che si prevede sarà invece in espansione in questo periodo.
Negli USA si ipotizza una contrazione dei tassi di occupazione. Già i dati di Governo riportati da Bloomberg il 26 marzo scorso evidenziano che già 3,28 milioni di persone hanno fatto richiesta di disoccupazione.

Come contrastare gli effetti negativi

C’è da considerare che non tutti i settori sono stati negativamente colpiti da questa situazione. Esistono aziende che proprio in questo periodo hanno annunciato assunzioni di nuovi dipendenti. Si parla in particolare della logistica, della sanità, del commercio al dettaglio e delle consegne a domicilio. Da questa situazione è inoltre emerso che è fondamentale sviluppare nuove capacità per adattarsi. È necessario avere solide competenze digitali e tecnologiche, ma anche chiare soft skills per gestire e governare il cambiamento ed essere pro-attivi. I Paesi dovranno dotarsi di maggiori competenze informatiche e infrastrutturali. Dovranno puntare ad eliminare ritardi di sviluppo e digital divide ma soprattutto potenziare il settore sanitario. Sarà necessario migliorare l’intero settore sia dal punto di vista di competenze, dotazioni e approccio che di modernizzazione di tutta la rete strutturale e infrastrutturale legata alla sanità e alla prevenzione.

Notizie positive quindi?

Linkedin sempre nell’analisi effettuata sull’occupazione mette anche in evidenza alcuni punti interessanti sulla ripresa post emergenza. La Cina infatti, dopo la riapertura e il progressivo ritorno alla normalità ha visto un leggero incremento dei tassi di occupazione. Il dato si attesta ancora ad un -26% rispetto allo scorso anno però la contrazione sta rallentando. Ci si aspetta ora che anche gli altri Paesi seguano lo stesso trend.

Competenze

Da questa situazione emergono alcuni punti su cui riflettere. Occorre cambiare e modificare il proprio modo di agire, di essere e di pensare. Bisogna adattarsi. Occorre puntare sulle competenze digitali, sulla tecnologia, sulla sanità, ma anche su nuove modalità legate alla logistica, al riorientamento del lavoro e ad una nuova organizzazione della rete di distribuzione della GDO. Potrebbero essere queste le componenti del prossimo futuro? Si parlerà di nuove modalità di occupazione? A partire dalla ripresa dovremo affrontare nuove sfide e pertanto dovremo sviluppare nuove e più solide competenze per essere pronti.

Aprile 28, 2020


Generazione Vincente Academy s.r.l. C.F./P.IVA: 04925701213
CCIAA: NA722509
Capitale i.v.: € 50.000

Centro Direzionale Napoli, Is. E1
0815824911
info@geviacademy.it

Politica Aziendale

AUTORIZZAZIONI

Autorizzazione MinisterialeEnte autorizzato dal Ministero del Lavoro e accreditato dalla Regione Campania


Ente Accreditato FormatempEnte accreditato dal fondo Forma.temp


Ente Accreditato Eipass Ente accreditato Eipass


 

top
Gevi Academy Copyright @ 2020 Web and design powered by Skillapp – Web Agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi