Login

Tre consigli per riprendere a studiare dopo le vacanze

Organizzazione e atteggiamento giusto per riprendere con successo

Come riprendere a studiare con grinta?

Settembre è alle porte, arriva la fine delle vacanze ma anche l’inizio di un nuovo anno. Come riprendere allora con lo spirito giusto? C’è chi parla addirittura di depressione post vacanze, chi di malessere, ma perché non scacciare questa propensione negativa e affrontare le cose da un punto di vista più stimolante? Settembre è l’inizio di un periodo tutto nuovo, da scoprire e da costruire. Sta a noi iniziare l’anno con la carica giusta ed è per questo che serve capire come prendere le decisioni in modo oculato e creare l’ambiente adatto per studiare meglio e in modo più mirato.

Primo consiglio: obiettivi

Lo studio ti ha accompagnato un po’ durante le vacanze o hai abbandonato i libri in un cassetto? Bene ora è tempo di riprendere seriamente e in modo strutturato.

Come? Decidendo di farlo: ovvero, predisponendoti al meglio.

La cosa più semplice da fare? Stabilire degli obiettivi seri e raggiungibili e fare un piano per raggiungerli progressivamente ogni giorno. Ragionare per obiettivi significa interrogarsi su ciò che si vuole raggiungere e perché. Di conseguenza, si stabilirà anche il come e quali mezzi si hanno a disposizione per ottenerle ciò che ci si prefigge. Sembra semplice ma non lo è se gli obiettivi non sono chiari.

È quindi fondamentale stabilire prima la propria meta e poi proseguire.

Per superare eventuali incertezze basta scrivere un elenco di obiettivi e poi depennare tutto ciò che in realtà è superfluo in modo da identificare i tre quattro punti che ci aiuteranno a stabilire un piano, ci guideranno e ci permetteranno di superare eventuali difficoltà.

Secondo consiglio: tempo

Tempo e organizzazione vanno di pari passo. Studiare può portare via molto tempo quindi una strategia fondamentale è sapere organizzare bene i tempi di studio costruendosi un programma con tempi e relativi argomenti da affrontare.

Questo permetterà di studiare in modo più mirato, concreto e con meno dispendio di risorse.

Probabilmente studiare con sessioni di 12 ore al giorno non è ottimale così come non lo è studiare poco e male. Per costruire un piano è importante stabilire le proprie tempistiche reali di studio e inserire anche le pause necessarie. Ognuno ha un proprio grado di concentrazione ed è fondamentale riuscire a capire quando è tempo di “staccare” per poi riprendere a studiare con attenzione rinnovata. Così come è importante capire quanto serve in termini di tempo per concentrarsi di nuovo una volta che ci si è distratti. I tempi ottimizzati permetteranno di essere maggiormente sereni nello studio ed evitare possibili effetti di sconforto da studio “matto e disperato” o di arrivare ad una prova di esame non preparati perché non si è avuto abbastanza tempo.

Terzo consiglio: serenità

Studiare in modo sereno e motivato aiuta a tenere sempre alto il morale. Il nostro atteggiamento influisce sul grado di preparazione.

Essere convinti di farcela, aver programmato come apprendere gli argomenti, le tempistiche deve darci tranquillità e fiducia. C’è chi è più o meno emotivo, pertanto, occorre calcolare anche come affrontare eventuali difficoltà legate a questo atteggiamento. Un’ottima soluzione in questo caso è il momento del ripasso che va ovviamente sempre previsto nell’organizzazione dello studio. Durante il ripasso si può capire quali argomenti sono stati assimilati meglio e quali necessitano di un approfondimento. Questo passaggio è strategico per acquisire un elevato grado di confidenza e quindi dare maggiori certezze di successo.

Infine

Una volta stabiliti gli obiettivi, i tempi e formulato un piano sarà più semplice avere la spinta giusta per riprendere a studiare con grinta. Saper ogni giorno cosa è necessario fare e svegliarsi con un obiettivo in testa aiuta sicuramente ad allontanare le incertezze e rende più attivi e sicuri nel raggiungere il proprio programma.
Settembre è il momento delle decisioni, se non si ha a breve una scadenza o un esame è anche importante capire se si desidera studiare per migliorare il proprio profilo professionale. A questo proposito, è molto utile vagliare quali corsi vengono proposti dagli enti di formazione come il nostro.
È fondamentale quindi tenere sempre sotto controllo le pagine social o visitare i relativi portali per essere aggiornati sugli eventuali corsi in partenza.

Agosto 27, 2020


Generazione Vincente Academy s.r.l. C.F./P.IVA: 04925701213
CCIAA: NA722509
Capitale i.v.: € 50.000

Centro Direzionale Napoli, Is. E1
0815824911
info@geviacademy.it

Politica Aziendale

AUTORIZZAZIONI

Autorizzazione MinisterialeEnte autorizzato dal Ministero del Lavoro e accreditato dalla Regione Campania


Ente Accreditato FormatempEnte accreditato dal fondo Forma.temp


Ente Accreditato Eipass Ente accreditato Eipass


 

top
Gevi Academy Copyright @ 2020 Web and design powered by Skillapp – Web Agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi