Login

Storytelling e Food Communication raccontare il cibo

Quando la narrazione diventa marketing

Storytelling e Food Communication. Fin da piccoli ci hanno sempre raccontato delle favole da cui c’era una lezione da imparare. Così dentro di noi, fioriscono la meraviglia e la curiosità di scoprire il mondo.

Alcuni di questi racconti, ci hanno appassionato più di altri. A volte lasciandoci un segno indelebile. Tra mistero e sortilegi, metafore e incantesimi, ci hanno stregato e fatto immedesimare in essi.

Quasi sempre abituati al lieto fine, l’eroe del momento riesce a superare tutte le sfide del caso oppure il principe che salva la principessa e tutti vissero felici e contenti; ma cosa c’entra tutto questo con il marketing? Parliamo di storytelling.

Storytelling e Food Communication: il racconto che ti invita all’azione

La tecnica persuasiva dello Storytelling e Food communication

Il termine storytelling è composto da due parole inglesi: story e telling, che potremmo tradurre in italiano con l’espressione: raccontare una storia.

Questo viene utilizzato per indicare una tecnica di comunicazione che consiste nel raccontare una storia per attirare l’attenzione.

Serve per veicolare un messaggio verso uno specifico pubblico, allo scopo di stimolare un desiderio nelle persone, persuadendoli a compiere una precisa azione. In sintesi, sedurre lo spettatore attraverso le parole.

Lo storytelling è dunque, una tattica recentemente acquisita nel mondo della comunicazione marketing che si rivela molto efficace. Grazie ad una carica emotiva, si riesce a convincere un determinato pubblico, riuscendo a trasmettere al target, idee e punti di vista diretti e coinvolgenti.

A cosa serve? Lo storytelling

Il nostro cervello è particolarmente predisposto a prestare attenzione alle storie. Se solo pensiamo alla mitologia greca e come ha condizionato la nostra cultura e la nostra mente.

A quei tempi le persone attraverso i racconti imparavano le pratiche morali per i loro comportamenti e nonostante siano passati secoli, lo storytelling ha ancora un certo ascendente sulle persone, infatti, le storie ci spingono sempre all’azione e per chi fa business lo sa.

Nel mondo del marketing, lo storytelling è diventato essenziale, per far sì che un prodotto o un’azienda, riesca a raggiungere gli utenti finali e spingerli ad acquistare.

La gente ama le belle storie, soprattutto se raccontate bene, si appassionano entrano in contatto con il brand e si sentono parte di una comunità.

Cosa si intende per storytelling d’impresa?

Fare storytelling, significa raccontarsi attraverso soluzioni visive, testuali, sonore e percettive o tutto in insieme, finalizzato al coinvolgimento dei sensi e la simulazione della realtà.

Quando parliamo d’impresa lo storytelling diventa una vera strategia di marketing e raccontare il proprio brand, rafforza il legame con il pubblico, trasformandolo in un valore nel quale l’utente si immedesima.

La narrazione d’impresa può essere uno strumento davvero potente per arrivare alle persone, con il racconto dei propri successi e le sconfitte. Le persone provando simpatia e riescono a vedere tutto quello che c’è dietro un’azienda.

Se immaginiamo che il protagonista di questa storia sia un nostro cliente, quest’ultimo sarà più propenso ad acquistare un prodotto. Il cliente che si immedesima nel racconto infatti, si sente soddisfatto e più lieto di adottare e sperimentare quello che gli viene offerto.

Alcuni passaggi per costruire uno storytelling aziendale

Una volta capiti i concetti base dello storytelling, possiamo utilizzarlo per sponsorizzare la nostra azienda. Ecco alcuni consigli pratici per costruire una buona storia:

  • Mostra e non dire: sembra un paradosso, ma lo scrivere una storia vuole dire saper disegnare nella mente del lettore una visione, lasciando spazio per l’immaginazione.

  • Sii specifico: nella costruzione dei personaggi, più sono dettagliati e più sono credibili e facilmente il lettore ci si affezionerà.

  • Usa i cinque sensi: non limitarsi solo alla visione di ciò che stai raccontando, descrivi i sapori, i suoni, per avere un’esperienza a tutto tondo.

  • Parla in modo semplice, ma accurato: quando puoi usare una parola anziché due è meglio ed evita frasi fatte o cliché. Riduci il superfluo, in pratica “parla come mangi”.

  • Revisiona i testi : gli errori sono sempre in agguato; un testo pieno di errori grammaticali farà innervosire il lettore bloccando la lettura. Scrivere vuol dire riscrivere, rileggere e correggere.

Forse tutto questo sembrerà assurdo, ma riuscire a raccontarsi è davvero uno strumento efficace per farsi conoscere e gli utenti saranno più invogliati a scegliere te piuttosto che un altro.

Per raccontare il cibo occorre solo una buona storia?

Ecco il Food Storytelling

Sicuramente fare storytelling non è semplice. Occorre un buon contet strategist, affinché una  bella storia funzioni; ma per chi gestisce un’attività nel campo della ristorazione, avrà pensato a come invogliare i clienti a venire nel locale.

In questo caso, esiste il food storytelling che non è altro che il modo di raccontare il cibo. Potesti essere tu il narratore della tua storia attraverso un blog.

Questo ti consente di uscire dai limiti della comunicazione tradizionale e utilizzare un linguaggio meno “serioso” , usato invece per il tuo sito web aziendale.

L’utilizzo del blog è utile per acquisire potenziali clienti e viene utilizzato spesso in una strategia di inbound marketing.

Food communication: comunicare il cibo

Oggi siamo tutti molto più esigenti su ciò che mangiamo, vogliamo che sia raccontato in certo modo con una storia avvincente, poi gustato con gli occhi e solo in fine mangiato.

Come dicevamo prima, per chi lavora nel campo della ristorazione, oltre ad una content strategist per uno storytelling efficace e necessaria anche un’altra figura: il food designer che si occupa dalla food communication.

Che sia un prodotto alimentare, un produttore o un ristoratore, uno chef avranno bisogno di una comunicazione personalizzata, differente e studiata in base alle esigenze e alla mission.

La food communication non è altro che tutto ciò che è indispensabile per creare un’identità del prodotto o servizio food per promuoverlo, tramite una strategia marketing creata a posta per il cliente ed include:

  • Progettazione Grafica | Logo design Menu del ristorante – Pubblicità cartacea

  • Progettazione del sito web | Creare uno Stile riconoscibile – Blog

  • Social Media Management | Food Advertising – Pagine Social

  • Food Photography | Set Design studiati a posta

  • Food Press Office | Comunicati stampa

Chi si occupa di tutto questo è il Food Designer un professionista che analizza le tendenze, i bisogni dei clienti e le necessità dei ristoratori. A metà strada tra psicologo e sociologo, costruisce una strategia di marketing adatta al tuo business.

In fine il  food designer, si concretizza nel settore del design industriale dalla progettazione di strumenti legati al food, alla comunicazione dei prodotti fino ad arrivare all’esperienza di consumo creando nuove aree dedicate al cibo.

Impara a raccontare il cibo con Generazione Vincente Academy

Se credi che lo storytelling e il food communication sia uno dei tuoi talenti e possa diventare il tuo lavoro, oppure vuoi approfondire la figura del Food Designer, partecipa al nostro corso di Social Media Meal e Food Communication.

La copywriter Pina Meriano, attraverso il suo workshop, ti mostrerà come creare uno storytelling efficace e quali sono gli “attrezzi” per raccontare il tuo brand.

Questo corso è rivolto ad aspiranti Social Media Manager che vogliono intraprendere questa professione nell’ambito food e ai titolari di attività che vogliono utilizzare i Social, in modo strategico per dare visibilità al proprio business.

Per avere informazioni su lezioni, corsi, seminari e laboratori  CLICCA QUI e inserisci i tuoi dati.

Ottobre 22, 2019


Generazione Vincente Academy s.r.l. C.F./P.IVA: 04925701213
CCIAA: NA722509
Capitale i.v.: € 50.000

Centro Direzionale Napoli, Is. E1
0815824911
info@geviacademy.it

Politica Aziendale

AUTORIZZAZIONI

Autorizzazione MinisterialeEnte autorizzato dal Ministero del Lavoro e accreditato dalla Regione Campania


Ente Accreditato FormatempEnte accreditato dal fondo Forma.temp


Ente Accreditato Eipass Ente accreditato Eipass


 

top
Gevi Academy Copyright @ 2020 Web and design powered by Skillapp – Web Agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi