Login

Search intent cosa è e perché fondamentale

Tutti ne parlano, tutti lo adoperano ma non tutti sanno di cosa si tratta.

Search intent: cosa è?

Il Search intent o intento di ricerca è quel motivo che ci spinge a fare una domanda e a digitarla sul motore di ricerca.
In definitiva, quando scriviamo la nostra interrogazione sulla barra di ricerca di Google non facciamo altro che esplicitare una nostra intenzione. Stiamo chiedendo qualcosa o abbiamo intenzione di fare qualcosa e per questo abbiamo bisogno che il motore di ricerca risponda nel minor tempo possibile e con risultati attinenti alla richiesta fatta. Per far ciò però bisogna che il motore di ricerca sia in grado di capire e interpretare qual è il processo mentale delle persone. È per questo che ad esempio Google ha creato algoritmi complicatissimi e ha fatto della creazione di contenuti di qualità il suo cavallo di battaglia.

Basta scrivere per i motori di ricerca

Una volta scrivere in ottica SEO significava prettamente trovare le keyword principali e correlate, inserirle nel contenuto per renderlo appetibile  e utile per i motori di ricerca. Oggi non è più così. Quello che conta è creare contenuti che rispondano alle esigenze degli utenti. Dal momento in cui il motore di ricerca si è evoluto e ha imparato ad interpretare in modo sempre più mirato qual è l’esigenza dell’utente, anche chi scrive i contenuti deve essere in grado di cambiare la propria ottica. Capire l’intento di ricerca significa saper partire dagli utenti e scrivere contenuti in linea e utili “per loro”. In fondo la serp non è altro che una proposta di argomenti in linea con la “singola ricerca dell’utente”.

Perché è importante capire l’intento di ricerca?

Comprendere l’intento di ricerca è dunque fondamentale per poter creare i propri contenuti. Scrivere senza tenerne conto significa non capire cosa vogliono i nostri interlocutori.

Quanti sono e quali sono i tipi di ricerca?

Ogni persona ha un search intent diverso a seconda di quale sia il suo obiettivo. C’è chi cerca informazioni, chi ha già fatto le prime ricerche e vuole approfondire, chi invece desidera acquistare. Le ricerche vengono svolte in base allo stadio in cui ci si trova. Le persone si aspettano di trovare il contenuto giusto in base alle proprie necessità. Ecco, quindi, che captare il search intent è il primo obiettivo di chi fa copywriting in ottica SEO.

Tipi di keyword per capire l’intento

Capire l’intento di ricerca è difficile esistono però alcune parole che ci permettono di interpretare meglio le intenzioni dell’utente.
Keyword informative: sono quelle che esplicitano un intento di ricerca generico dell’utente. Esempio di query: come scegliere un corso di formazione?
Keyword navigazionali: esprimono uno stato più avanzato della ricerca, l’utente si è già informato, conosce ad esempio già il sito e vuole andare in una pagina specifica. Esempio di query di questo genere: Corso online SEO&Copywriting di Geviacademy.
Keyword Transazionali: esprimono l’intento di acquisto dell’utente. Esempio: acquisto corso online di SEO&Copywriting di Geviacademy.
Ognuna di queste categorie potrebbero poi essere ulteriormente esplicitate in sotto-categorie e varie sfumature. Tuttavia già riuscire ad individuare le marco-categorie ci preserva dal fare errori grossolani come scrivere per vendere rivolgendosi invece a persone che sono ancora al primo stadio e ricercano solo informazioni.

Scoprire l’intento di ricerca specifico di una query non è una cosa semplice

Pratica, esperienza e un po’ di psicologia sono sicuramente gli elementi su cui fare affidamento ma non solo.

Il target

Per capire che intenzioni ha il nostro pubblico occorre in primis conoscerlo e studiarlo. Spesso può essere utile segmentare gli utenti e raggrupparli per “idealtipi” o personas.
Questo aiuterà a definire meglio interessi e possibili argomenti da trattare per poter venire incontro alle diverse esigenze dell’utente.

Tools

Quando si digita una query su Google è importante osservare, studiare e mettersi nei panni di chi effettua la ricerca. All’inizio è possibile cominciare ad individuare una parola chiave principale, scriverla sulla barra di ricerca e vedere cosa ci suggerisce il motore di ricerca.
La Serp ci può già dare molte informazioni, alla fine della stessa esistono poi una serie di argomenti correlati che ci aiutano a definire meglio l’intendo. In più occorre guardare anche il tipo di contenuti proposti. Se ad esempio esistono contenuti multimediali o caroselli di prodotti occorre porsi la domanda e pensare se gli utenti si aspettano questo tipo di contenuto anche per ciò che andremo a proporre.

Lo step successivo

Una volta raccolte le parole chiave con i diversi SEO tool (di cui abbiamo parlato nel nostro precedente articolo) è bene raccogliere le idee, strutturare gli argomenti, compilare un piano editoriale e scrivere contenuti completi per il target scelto. Ovviamente, come detto già, la prima fase va dedicata alla scelta della parola chiave e alla comprensione della stessa per individuare di che tipo di keyword si tratta e qual è il search intent.
A seconda dell’intento poi occorrerà produrre il contenuto ottimale. È sempre bene ricordare che le persone ricercano per un proprio intento e questo non sempre coincide con il conoscere i pregi di un nostro prodotto o acquistarlo subito. Proporre di vendere un prodotto senza che l’utente sia nello stadio di ricerca transazionale non è sicuramente efficace.
Tener conto di tutti gli argomenti, classificare le keyword, capire il target a cui ci stiamo rivolgendo, ma soprattutto distinguere il suo search intent ci aiuta moltissimo. Perché ricordiamoci sempre che: scrivere per il web significa prima scrivere per gli utenti

Questo argomento ti interessa?

Vuoi conoscere come scrivere per il web e capire se ti interessa diventare copywriter, blogger o storyteller? Abbiamo creato un corso ad hoc, pratico, completo ed efficace per scoprire la scrittura per il web a 360°.
Scopri il corso SEO&Copywriting  

Maggio 28, 2020


Generazione Vincente Academy s.r.l. C.F./P.IVA: 04925701213
CCIAA: NA722509
Capitale i.v.: € 50.000

Centro Direzionale Napoli, Is. E1
0815824911
info@geviacademy.it

Politica Aziendale

AUTORIZZAZIONI

Autorizzazione MinisterialeEnte autorizzato dal Ministero del Lavoro e accreditato dalla Regione Campania


Ente Accreditato FormatempEnte accreditato dal fondo Forma.temp


Ente Accreditato Eipass Ente accreditato Eipass


 

top
Gevi Academy Copyright @ 2020 Web and design powered by Skillapp – Web Agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi