Login

L’orgoglio di Napoli tra i vicoli della città: il cibo che diventa protagonista

Alcuni esempi di come il cibo valorizza Napoli nel mondo

L’orgoglio di Napoli. Se dovessimo paragonare Napoli a un brand, diremmo che la città partenopea ha un potere comunicativo immenso. Napoli è in grado di suscitare ricordi ed emozioni nella mente di chiunque si interfacci con il mondo partenopeo. Esistono persone che pur non essendo mai state fisicamente a Napoli, riescono comunque ad avere una percezione di ciò che la città è realmente o di ciò potrebbe essere. Ragionando in termini di marketing territoriale, Napoli riesce a creare in maniera autonoma una community che riconosce valori, storie e tradizioni che fanno parte dell’identità partenopea. Napoli è un brand indipendente capace di evocare profumi e sapori in tutto il mondo, specialmente in ambito culinario.

L’orgoglio di Napoli nel cibo da strada

Se Napoli dovesse comunicare se stessa con il cibo, lo farebbe sicuramente attraverso lo street food locale. Il cibo da strada ha origini partenopee e diventa motivo di attrazione per turisti provenienti da ogni angolo del mondo. La pizza a portafoglio, Il cuoppo di alici fritte, il classico o’ per e o’ muss, i taralli sugna e pepe gustati durante una passeggiata per il lungomare di Mergellina. Per non parlare di frittatine, zeppoline e crocché mangiati nell’attesa di entrare in qualche nota pizzeria. Questi ed altri sono i prodotti tipici che caratterizzano la gastronomia locale. Sono prodotti economici che non avranno l’aspetto di un piatto gourmet ma sono genuini e assolutamente irresistibili.

L’orgoglio di Napoli. Il cibo protagonista al cinema e al teatro

Il cibo rende Napoli protagonista e diventa un elemento distintivo anche nel cinema. Basti pensare ad alcuni film di successo come L’oro di Napoli. Famosa è la scena dove Sofia Loren è intenta a friggere pizze fritte fuori la storica pizzeria Starita di Materdei. Molti ricorderanno gli spaghetti al pomodoro nel film Miseria e Nobiltà, dove un Totò affamato da giorni li infila nelle tasche della sua giacca. Per non parlare del caffè, protagonista assoluto in alcune commedie di Edoardo De Filippo. Con Edoardo non si parla più di una semplice bevanda, ma di un vero e proprio momento poetico tutto da assaporare. Il caffè fa da contorno a momenti di pura comicità ad altri meno esilaranti.

Come non ricordare Natale in casa Cupiello quando il protagonista Lucariello si lamenta del caffè preparato dalla moglie. Il caffè è presente anche nell’atto finale della commedia, quando amici e parenti di Lucariello si ritrovano davanti al capezzale.

La tradizione di Napoli che arriva a New York. La pizza di Gino Sorbillo

La pizzeria Sorbillo è un altro esempio di orgoglio partenopeo. La sede storica nasce a Via dei Tribunali nel lontano 1935. La crescita del brand ha favorito negli ultimi anni l’apertura di altre pizzerie nel cuore di Napoli: Lievito madre al mare e Antica Pizza fritta da Esterina. Il merito è di Gino Sorbillo, che è riuscito a comunicare i valori del suo brand senza stravolgere la vera pizza napoletana, a differenza di quanto hanno fatto alcuni suoi colleghi con il tentativo di renderla “gourmet”. Secondo Sorbillo infatti, la tradizione fatta di ingredienti genuini e biologici va rispettata: la pizza ha il medesimo aspetto e sapore di un tempo. Ciò nonostante Sorbillo non si accontenta e cerca di portare la sua pizza in Italia e nel mondo. Nascono così le sedi di Milano e New York.

Il tentativo di “brandizzare” la pizza nel mondo

La crescita del brand non è dovuto solo all’apertura di nuove sedi ma anche alla conquista di nuovi valori. Gino Sorbillo opera nel sociale aprendo le porte ai rifugiati e offrendo un lavoro a coloro che cercano un riscatto sociale. In più diventa un personaggio mediatico e porta in Tv gli ingredienti a km zero della sua terra (vedi le sue partecipazioni a Masterchef o La prova del cuoco). Gino Sorbilo sfrutta il suo personal branding per con un obiettivo ben preciso: il riconoscimento della sua pizza come unica al mondo nella mente di chiunque si interfacci con la cucina partenopea. Il suo sembra essere un vero e proprio tentativo di brandizzazione della pizza napoletana.

L’orgoglio di Napoli che spopola sui social

Con l’avvento dei nuovi strumenti digitali, nasce il concetto di food porn, ovvero la libidine che si scatena nel momento in cui un utente si interfaccia con immagini relative al cibo. Il cibo condiviso sui social contribuisce ad incrementare la brand awareness di un’attività che opera nell’ambito del food. Non sono pochi ristoranti, fast food e paninoteche che hanno trovato “motivi di esistere” utilizzando i social più popolari. L’attività di social media deve rientrare in una strategia di marketing intenta a valorizzare i tratti distintivi di un brand.

A proposito di questo alcune realtà locali riuscite a farsi spazio tra i grandi combinando in modo vincente tradizione e innovazione. È il caso di O’ Cuzzetiello, Capatoast e T’Imballo, take away che hanno molti aspetti in comune. Il primo su tutti è quello di aver riproposto un prodotto tipico presentato in tante varianti, con le ricette napoletane che fanno da protagoniste (il ragù, la parmigiana, la pasta e patate e così via).

Il corso di Social Media Meal

I take away citati sopra sono un valido esempio di come sia possibile realizzare qualcosa di esclusivo e di comunicarlo efficacemente attraverso i social media. A questo proposito nasce l’idea di Generazione Vincente Academy di realizzare un corso di Social Media Marketing incentrato sul food. Se sei quindi un professionista digitale che opera nel food o un ristoratore che ha bisogno di utilizzare i social in modo strategico, non esitare a chiedere maggiori informazioni.



Generazione Vincente Academy s.r.l. C.F./P.IVA: 04925701213
CCIAA: NA722509
Capitale i.v.: € 50.000

Centro Direzionale Napoli, Is. E1
0815824911
info@geviacademy.it

Politica Aziendale

AUTORIZZAZIONI

Autorizzazione MinisterialeEnte autorizzato dal Ministero del Lavoro e accreditato dalla Regione Campania


Ente Accreditato FormatempEnte accreditato dal fondo Forma.temp


Ente Accreditato Eipass Ente accreditato Eipass


 

top
Gevi Academy Copyright @ 2020 Web and design powered by Skillapp – Web Agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi