Login

Food Porn: tra Voyeurismo e l’Esigenza di Fotografare il Cibo

Suggerimenti utili per fotografare e condividere il cibo sui social network

Quando si parla di Food Porn, si fa riferimento alla libidine che si scatena quando un utente si interfaccia con le immagini del cibo pubblicate sui social. Erroneamente, viene associato al Junk Food, ovvero il “cibo spazzatura”, ma la reale definizione è molto più complessa di quanto sembra. Lo si può definire un vero e proprio fenomeno sociologico che ci riguarda un po’ tutti da vicino.

La traduzione letterale è “Pornografia del cibo” e come nel porno, è l’aspetto vojeuristico a far associare “food” alla parola “porn”.  Un edonismo mentale che si nutre del semplice piacere di guardare, preferendo l’attesa, piuttosto che all’esperienza stessa del godimento. Le immagini colorate e piene di contrasti esaltano il buon cibo, stimolando l’aspetto più lussurioso nelle persone.

Oggi quando parliamo di Food Porn, associamo questo termine alla pratica del fotografare il cibo, cucinato e non, ma soprattutto ci riferiamo alla condivisione dell’immagine sui social networking, addirittura facendo diventare questa attività una vera e propria professione.

Il Food Porn come Fenomeno Sociale: la Foodie Culture

Il gesto più antico che conosciamo, è senza dubbio il mangiare in compagnia. A nessuno piace mangiare da soli e la socializzazione nasce sempre da una condivisione. Negli ultimi anni, c’è stata un’invasione di video e immagini che riguardano il cibo. Dai programmi televisivi, ai reality, alle sfide tra fornelli, pagine social e blog. Siamo costantemente bombardati da tutto ciò che è relativo al cibo.

Instagram, è senza dubbio la piattaforma social più usata per esaltare l’estetica di questo soggetto così controverso e le persone che hanno la mania di fotografare e condividere, vengono definite “Foodie Culture”. La Foodie Culture, sceglie uno stile alimentare che diventa un segno distintivo della propria Rappresentazione Identitaria nella quale ci si sente parte di una community.

Il cibo per essere buono deve soddisfare la vista oltre al palato. Infatti, i Foodie, non comprano solo un prodotto, ma una storia legata ad esso. Preparazioni, ingredienti, angolazione, elaborazione ed infine la presentazione del piatto. Si nutrono di un racconto, non solo di un alimento.

In questo mondo esistono varie categorie ed ognuna di loro ha delle caratteristiche ben precise. È come un insieme di regole non scritte che non vanno violate, quasi una sorta di Fight Club del Food.

food-porn-1

Le categorie dei Foodie

Guardiamo da vicino quali sono le varie comunità dei Foodie e quali sono le loro peculiarità:

  • I Veraci per cui la tradizione è sacra. Non danno peso all’estetica, non si fanno abbindolare dalle nuove tendenze. Preferiscono porzioni abbondanti e golose. Fa molto Food Porn.
  • I Gourmet seguono tutti i canoni del buon gusto. Fedeli allo Chef stellato del momento, sono attenti alle mode e alle tendenze, sviluppano un palato raffinato e decisamente sofisticato.
  • I Foodster invece, rompono i canoni del mondo food. Seguendo l’umore del momento abbracciano le contaminazioni tra culture, ironizzando sulla loro concezione del cibo.
  • Infine, i Critical, sono molto sensibili sui temi dell’etica e dell’eco-sostenibilità. Hanno un interesse accentuato sul processo produttivo e le materie prime utilizzate.

Qualsiasi sia la vostra categoria, è sicuramente importante l’aspetto tecnico ed estetico. Occorre indubbiamente saper fotografare nel modo giusto e con la tecnica adeguata.

Food Photography: come Fotografare il Cibo per i Social

Per poter fotografare il cibo occorrono alcune competenze tecniche che fanno in modo di realizzare degli scatti eccellenti come un vero professionista. Nel nostro caso specifico, il food porn, si esprime in particolare. con l’effetto Bokeh. Questo termine ha origine Nipponica e vuol dire “sfocatura”. Attualmente è forse lo stile più usato per la fotografia ed in particolare per i ritratti.

L’effetto Bokeh consiste nel mettere a fuoco un determinato soggetto su cui si vuole focalizzare l’attenzione e il fondo rimane sfocato. Attraverso determinate posizioni delle lenti si crea una sfocatura più morbida e gradevole alla vista. Le inquadrature avranno il punto di vista di chi sta per mordere il soggetto, fatto di colori vivaci e porzioni abbondanti. Per chi è attento alla linea, direbbe che si ingrassa solo a guardarle certe foto.

Il gourmet invece, avvalorandosi della stessa tecnica fotografica, differisce nell’inquadratura un po’ più ampia, dando importanza ai dettagli e prediligendo sfondi neutri e piatti rigorosamente bianchi. Il cibo nel piatto viene posizionato con cura nei minimi dettagli, essenziali, per mostrare ogni elemento utilizzato per la portata e soprattutto per evidenziare la qualità dei prodotti. Le porzioni piccole e uno stile quasi asettico, ricordando un’opera d’arte in un museo contemporaneo.

Perché non fare un Workshop di Fotografia Food Porn?

Se sei curioso di sapere come si racconta il cibo attraverso le immagini, puoi scoprire di più grazie al workshop che abbiamo organizzato insieme Francesco Pruneddu, vincitore del Cucina Blog Award 2018 nella sezione “Best Instagram Account”. Laureato in Storia dell’arte si specializza nella fotografia food, soggetto goloso, ma complesso da poter immortalare in uno scatto.

Nel nostro Corso di Social Media Meal, gli allievi avranno la possibilità di entrare in contatto con il mondo della food photography. Impareranno a costruire un set, a trovare la luce giusta e a post-produrre uno scatto per raccontare una storia attraverso le immagini.

Il corso è rivolto ad aspiranti Social Media Manager che vogliono intraprendere questa professione nell’ambito food e a titolari di attività in ambito di ristorazione che vogliono utilizzare i social in modo strategico per dare visibilità al proprio business.

Per avere informazioni su lezioni, corsi, seminari e laboratori ti invitiamo a rilasciare qui i tuoi dati senza alcun impegno.

Ottobre 4, 2019


Generazione Vincente Academy s.r.l. C.F./P.IVA: 04925701213
CCIAA: NA722509
Capitale i.v.: € 50.000

Centro Direzionale Napoli, Is. E1
0815824911
info@geviacademy.it

Politica Aziendale

AUTORIZZAZIONI

Autorizzazione MinisterialeEnte autorizzato dal Ministero del Lavoro e accreditato dalla Regione Campania


Ente Accreditato FormatempEnte accreditato dal fondo Forma.temp


Ente Accreditato Eipass Ente accreditato Eipass


 

top
Gevi Academy Copyright @ 2020 Web and design powered by Skillapp – Web Agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi