Login

E-commerce tendenze, risposte e spunti

Acquisti online ed evoluzioni. Un futuro sempre più ricco di novità.

E-commerce tendenze e risposte

L’e-commerce è diventato parte integrante delle nostre modalità di acquisto infatti, negli ultimi anni, il  tasso di crescita degli acquisti on-line è più che raddoppiato.

Raggiungeremo gli standard di diffusione degli acquisti on line presenti in Cina? Forse sì o forse no, comunque sia, dando uno sguardo alle ultime tendenze possiamo affermare che grazie alle nuove tecnologie come : intelligenza artificiale, chatbot, blockchain e internet of things, la crescita che registreremo negli e-commerce nel prossimo decennio sarà sempre più rapida e significativa.

Al passo con i tempi

I cambiamenti che avverranno in questo settore saranno molteplici pertanto chi lavora o chi desidera operare in questo campo dovrà  aggiornarsi di continuo.
Eventi di settore, corsi di formazione mirati, incontri con esperti sono tutti modi per riuscire a tenersi al passo e allo stesso modo essere flessibili al cambiamento.

Quale sarà la nuova esperienza cliente?

Il mix di e-commerce e innovazioni tecnologiche porterà ad evoluzioni straordinarie e repentine nel nostro modo di fare acquisti. Già da tempo infatti, abbiamo percepito i primi segni del cambiamento.
Molti grandi brand stanno infatti cominciando a trasformare i negozi fisici in modo da integrare anche le esperienze virtuali.
In molti negozi è già possibile effettuare il pick-up, ovvero ordinare i prodotti online per poi passare a prenderli direttamente in negozio. Esistono altri esempi in cui la realtà virtuale aiuta a creare innovazioni incredibili. Adidas, ad esempio, ha inaugurato ad Oxford Street a Londra un negozio in cui , le persone si incontrano, partecipano e sfide virtuali, testano i prodotti e partecipano in toto alla vita del brand. In più. grazie alla realtà aumentata e ad una serie di integrazioni digitali, è possibile scegliere il proprio prodotto, sperimentarlo, crearlo ed infine, acquistare dal proprio smartphone usando la funzione Bring to me dell’applicazione mobile Adidas.

Le esperienze positive o negative si sono diffuse sempre grazie al web

L’e-commerce ha reso possibile moltiplicare la diffusione dei feedback e delle esperienze utente. In pratica si può dire che abbiamo dato avvio ad “un passaparola digitale di dimensioni sconfinate”. Se quindi prima dell’avvento dell’e-commerce, l’acquisto era influenzato solo dai giudizi dei nostri amici ora, occorre considerare una nuova dimensione, quella social, costituita da recensioni e giudizi di rating da parte di tutti gli acquirenti. La cerchia dei possibili consigli quindi si allarga raggiungendo dimensioni praticamente infinite sia in termini geografici che di conoscenza e di esperienze.

Da e-commerce a market-place

Lo desidero, lo voglio avere subito, ce l’ho: ecco in sintesi la principale funzione dei market-place.
Ma cosa sono i market-place?
Si tratta di enormi piattaforme online che ci permettono di avere a disposizione qualunque articolo in tempi sempre più ridotti.
Alibaba e Amazon ne sono l’emblema. Sembra che questi giganti stiano pian piano coprendo tutto il mercato, anche se allo stesso tempo molti e-commerce riescono a reagire specializzandosi in nicchie ristrette, creando App sempre più friendly e attraenti o puntando su tendenze quali: l’ecosostenibilità, il consumo consapevole, la riduzione degli sprechi, l’attenzione alla dimensione sociale.
Avere a che fare con giganti che sono sempre più competitivi è una sfida difficile, spetterà agli stessi utenti, attraverso un uso consapevole dei propri acquisti, determinare chi avrà la meglio.

Etico e cliente al centro

Etico e tutela ambiente. Come rispondono gli e-commerce a questa richiesta?
All’inizio il commercio elettronico era ancora un terreno inesplorato cosi come la disciplina e la tassazione in materia. Ultimamente, in seguito ai dubbi e le questioni sorte, i legislatori stanno rendendo la tassazione in materia di commercio elettronico più efficace. L’introduzione della web tax è stata una prima risposta. I giganti del web dovranno pagare per il reddito prodotto nel Paese in questione. Dunque commercio più etico, regimi più efficaci e maggiore controllo sono una prima risposta al bisogno di avere maggiore trasparenza e tutela.
In materia di ambiente invece, l’attenzione viene posta soprattutto sulla “green logistic”. Negli ultimi tempi abbiamo di fatto assistito a sperimentazioni di spedizioni più smart quali furgoncini a basso impatto, droni, bike delivery e flotte elettriche come quella di Pony Zero la startup nata dal politecnico di Torino che ha collaborato con i big tra cui Amazon, Just eat o Eataly. È certo, che l’aumento delle spedizioni comporti maggiori danni per l’ambiente pertanto chi riuscirà a minimizzare l’impatto ambientale sarà in grado di distinguersi e di trarre sicuramente vantaggio.

Protezione dei dati

Tema caldo, spinoso e sempre più oggetto di attenzione. Dove vanno a finire i nostri dati? Perché e a chi servono le nostre informazioni? Con il GDPR la Commissione Europea ha rafforzato la sicurezza in tema di protezione dei dati, contestualmente sono state intensificate le misure volte a tutelare la nostra privacy. C’è da considerare tuttavia, che la strada da fare è ancora lunga. Di certo ci saranno ulteriori evoluzioni e cambiamenti. Occorrono risposte più chiare e tutele più stringenti anche se i dati forniti dagli utenti fanno troppo gola ed è difficile che le aziende ne limitino l’uso.

Pagamenti più sicuri

La disponibilità e la nuove modalità di pagamento istantaneo permettono di concludere gli acquisti alla velocità di un clic. Google pay, Apple-pay, Amazon pay sono le risposte al bisogno di effettuare acquisti in modo sempre più rapido, sicuro e senza pensieri.  I nuovi metodi di pagamento, garantiti direttamente dai grandi brand verso cui nutriamo fiducia, sono evoluzioni necessarie per aumentare la nostra fiducia nei pagamenti online. Di sicuro le evoluzioni in questa direzione saranno molteplici, così come tutte le azioni commerciali e di marketing che verranno messe in piedi proprio per indurre gli utenti ad usare i pagamenti legati ai big dell’e-commerce.

Velocità fa rima con semplicità

Abbiamo bisogno di assistenza durante gli acquisti online? Ecco la risposta: gli assistenti online. Sembra proprio che cominceremo ad acquistare anche virtualmente semplicemente parlando. Il trend ci riporta a secoli or sono? No di certo, perché il nostro interlocutore sarà un assistente virtuale che ci aiuterà a trovare ciò che cerchiamo e che ci permetterà di acquistare non più attraverso le sole interfacce visive. Alexa, Siri, Cortana ci permetteranno di accorciare ulteriormente le distanze riproducendo anche negli acquisti online un contatto quasi umano.

Qualità dei contenuti e struttura gerarchica

La “Search expercience optimization” è ormai un imperativo per chi opera nell’ e-commerce.
A chi ci rivolgiamo? Come gli risolviamo i problemi? Sono due punti fondamentali che segnano il passaggio fra Search engine e Search experience.
In pratica studiare le persone e il loro search intent è basilare ma non basta. SEO strategy, keyword research servono e continueranno a servire ma non solo.
Per sapere come venire incontro agli utenti occorre riuscire a mettere il cliente al centro e a mettersi nei suoi panni curando ogni fase del processo d’acquisto in maniera quasi maniacale. Ecco quindi che il semplice studio tecnico del search intent va arricchito per riuscire a rispondere realmente a ciò che chiede il cliente.

Strategie multicanale e design

L’e-commerce si nutre di strategie omni-canale. Occorre saper raccogliere tutti i dati provenienti dai diversi touch point: sito, social, negozi fisici e online. Le campagne di marketing e le strategie di vendita si basano su strumenti evoluti che permettono l’integrazione di tutte i dati che il cliente lascia lungo il suo viaggio (customer journey). Per perfezionare al massimo la user experience soprattutto da mobile si punta al miglioramento dell’intera infrastruttura tecnologica nonché ad ottimizzare il web design delle piattaforme. Semplicità e visibilità del carrello sommate a facilità di metodi di pagamento aiutano e semplificano le conversioni. Inoltre l’uso di nuove tecnologie quali realtà aumentata permetterà di completare l’esperienza utente e facilitare l’acquisto.

Integrazione online e offline

Questa strategia permette di massimizzare il lifetime value del cliente grazie allo “share of wallet” o SOW. Introducendo una molteplicità di servizi e di prodotti si cerca cioè di generare il maggior valore possibile per ogni cliente. L’integrazione on e off line rende possibile tutto questo: mi informo online, guardo e mi convinco in un negozio fisico, acquisto tramite un marketplace e ritiro magari in un punto fisico. Anche l’advertising è studiato in base alle esigenze dei singoli momenti di vita delle persone, così come la consegna personalizzata, costruita cioè in base al cliente stesso. Tutto questo agevola le conversioni e rende gli acquisti più facili e immediati.

Reputazione

Nel commercio elettronico, come già detto, la reputazione dell’azienda è basilare. Le recensioni aumentano i valori dell’azienda. Chi cura un e-commerce deve quindi porre molta attenzione alla Brand reputation e alla presenza sui social. Strategie per aumentare la BR sono ad esempio: cura del servizio di Customer care durante e dopo l’acquisto, attenzione alla user experience del sito che deve essere intuitivo, curato nel design e nell’aspetto, veloce. Fondamentale è poi l’attenzione all’aspetto logistico. Ciò che abbassa il rating sono invece le recensioni negative, i commenti e gli articoli non negativi, così come il turnover aziendale.

Come migliorare l’e-commerce

I social sono un elemento vitale, nutrono e permettono di far evolvere gli e-commerce. La maggior parte degli heavy-e-shopper dichiara infatti che l’influenza dei social è fondamentale per i loro acquisti. Pertanto, è fondamentale curare le strategie per ogni social, favorendo anche il WOM (worm of mouth) o passaparola digitale.
Instagram è ormai una vera e propria vetrina per i prodotti, in cui ognuno è quasi un mini influencer. Occorre saper sfruttare le peculiarità di ogni canale per riuscire a costruire strategie ad hoc. Già le grandi aziende stanno lavorando su questa scia tentando di trasformare ogni cliente in abassador.

Alcuni accorgimenti

Migliorare i siti e-commerce nel design, nell’aspetto e curare l’esperienza utente significa comunicare trasparenza e instillare fiducia, chiarezza per indurre le persone a lasciare i propri dati anche quelli della carta di credito. Sezioni chiare, processi snelli, carrello e logo sempre ben evidenti sono la base. Così come l’ottimizzazione del design per dispositivo mobili. Focus principale va poi posto sulle immagini che devono essere originali e non di stock. Un’immagine può infatti fare la differenza, permettere di accorciare la distanza con gli utenti, è il primo biglietto da visita del nostro prodotto.
Infine, è fondamentale, come già indicato, riuscire a tener conto del processo cognitivo dell’utente e in che fase del suo customer journey si trovi. Questo permetterà di costruire strategie di e-commerce e campagne mirate ed efficaci.

I contenuti

Il content marketing infine rappresenta uno strumento fondamentale per guadagnare nuovi clienti o per penetrare in nuovi mercati. I video rappresenteranno sempre di più uno strumento efficace per indurre i consumatori alla scelta. Contenuti one to one e one to moment ovvero in grado di raggiungere il cliente nel momento giusto rappresentano le basi di un futuro sviluppo del settore.

Gennaio 20, 2020


Generazione Vincente Academy s.r.l. C.F./P.IVA: 04925701213
CCIAA: NA722509
Capitale i.v.: € 50.000

Centro Direzionale Napoli, Is. E1
0815824911
info@geviacademy.it

Politica Aziendale

AUTORIZZAZIONI

Autorizzazione MinisterialeEnte autorizzato dal Ministero del Lavoro e accreditato dalla Regione Campania


Ente Accreditato FormatempEnte accreditato dal fondo Forma.temp


Ente Accreditato Eipass Ente accreditato Eipass


 

top
Gevi Academy Copyright @ 2020 Web and design powered by Skillapp – Web Agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi