Login

Content marketing: strategia e contenuti per attrarre

Cosa è il content marketing e perché è fondamentale

Cos’è il Content Marketing?

Il content marketing è una sfumatura del marketing e allora prima di parlare dell’uno occorre definire quest’ultimo.
Il termine Marketing deriva dal verbo inglese “to market”, che significa introdurre e rendere adatto per il mercato. Obiettivo del marketing è quello di gestire le relazioni con il mercato e facilitare la commercializzazione di beni e servizi. In estrema sintesi, le maggiori leve su cui opera il marketing sono relative al prodotto, prezzo, canali di distribuzione, azioni promozionali e canali di vendita. Con l’evolversi dello scenario competitivo e del cliente il marketing ha acquisito diverse accezioni e sfumature.

Possiamo quindi affermare che

Il Content Marketing è una forma di marketing orientata, nello specifico, alla creazione e condivisione di contenuti finalizzati ad attrarre, acquisire e mantenere i clienti. I contenuti possono essere di varie tipologie e riguardano tutto ciò che viene pubblicato: articoli, post, storie, webinar, seminar, e-book, siti o anche commenti. Per perseguire una buona strategia di content marketing è quindi necessario riuscire a raggruppare i contenuti pubblicati in modo da controllarli, gestirli secondo un’unico obiettivo e pianificare le azioni da fare in futuro. Una strategia di content marketing ottimale richiede in definitiva piena coerenza tra tutti i contenuti pubblicati e l’obiettivo definito.

A cosa punta il Content Marketing?

Il Content Marketing ha un obiettivo ben definito, ovvero attrarre e costruire una relazione duratura con il cliente. Per far questo la strategia non è quella di vendere ma di fornire all’utente ciò che è per lui prezioso ovvero informazioni.

Perché fare una strategia di content marketing?

Che benefici può ottenere un’azienda che fa content? I motivi che possono ispirare una strategia di content marketing sono diversi, così come differenti saranno i touch point utilizzati. In generale le strategie di content marketing possono essere fatte per sviluppare brand awareness, acquisire nuovi clienti, fare lead generation, ottenere customer retention o aumentare la loyalty. Ogni scopo implica una strategia diversa ed è improbabile che una strategia riesca bene se gli obiettivi vengono confusi o se si cerca di perseguirne più di uno alla volta.

Piano di Content Marketing

Per definire una strategia di content marketing occorre realizzare un vero e proprio Piano. Solo così sarà possibile visualizzare e individuare gli obiettivi, le azioni, le tempistiche, le modalità, le risorse economiche e umane con cui la strategia verrà attuata.
Per stilare un piano di content ottimale occorre quindi porsi alcune domande strategiche ed elencare attività consequenziali.
Le azioni attuate dovranno coprire un periodo di medio-lungo termine in modo poi da riuscire a valutare risultati, ritorno ed eventualmente attuare azioni correttive.

A cosa risponde il Piano di content

Per creare il piano di content occorre capire:
Obiettivi e risultati di business che ci si aspetta di ottenere;
Target di riferimento e caratteristiche;
Modalità di coinvolgimento del target e interessi.

Rispondere a queste domande aiuterà a comprendere quali contenuti creare per alimentare il piano editoriale.
Quest’ultimo contiene la programmazione completa delle attività secondo un calendario. Nel piano editoriale sono definiti: argomenti da trattare, keywords e i link di approfondimento. È sempre nel piano che vengono evidenziati anche i canali o touchpoint da cui agganciare gli utenti e le tipologie di contenuti da utilizzare.

Strategia di Content Marketing per avere successo

Il successo di una strategia di content marketing non è sempre assicurato. Innanzitutto, perché una strategia sia vincente occorre che i contenuti pubblicati arrivino al cuore del target e siano quindi ritenuti interessanti e di valore per gli utenti che ci si prefigge di raggiungere.
Ora la domanda sorge spontanea. Occorre infatti considerare che gli utenti sono cambiati, non sono più fruitori passivi che è possibile tempestare con pubblicità invasive e assillanti. Le persone vogliono essere coinvolte, partecipare essere “prosumer” ovvero contribuire attivamente al processo d’acquisto. Più che acquistare, gli utenti vogliono sperimentare e vivere vere e proprie esperienze che desiderano poi raccontare. Il consumatore è cambiato di conseguenza anche i contenuti vanno ripensati in ottica di coinvolgimento e interazione continua.

Ma come catturare l’interesse in un mondo in cui i contenuti abbondano?

Le persone cercano risposte alle loro domande, risposte alle loro esigenze, come rispondere allora? Attraverso la qualità e la semplicità. Il consumatore seleziona attentamente i contenuti e scarta quelli noiosi o che non vanno subito al punto. Pertanto, quando i content marketers pensano ai contenuti devono guardare ad elementi importanti quali: il valore, la coerenza, la qualità dell’informazione e l’attenzione alla forma. Se i contenuti riescono a colpire l’interesse del consumatore in cambio, sarà possibile ricevere un bene di valore inestimabile per i marketers ovvero: informazioni. In più, offrendo contenuti di qualità, sarà possibile generare interesse e quindi convogliare traffico verso il proprio sito web.

Coinvolgimento e budget

Gli strumenti messi a disposizione per creare i contenuti coinvolgenti sono sempre di più e spesso non serve avere a disposizione grandi risorse economiche. Con una strategia ben studiata quindi, è possibile raggiungere risultati di rilievo rispetto alla pubblicità tradizionale anche con budget ridotti.

Contenuti non per invadere ma per attrarre

Come fare però per rendere i nostri argomenti di successo? Due sono le leve fondamentali coinvolgere e interessare senza annoiare. qualità e interesse.
Questo significa puntare su contenuti di valore e non sulla quantità.
Spesso infatti, si cerca di produrre più contenuti possibile senza rendersi conto che questo sforzo enorme non si traduce in apprezzamento da parte degli utenti. Anzi, l’effetto è proprio opposto un eccesso di contenuti può finire con l’annoiare o infastidire gli utenti che quindi si allontanano e sviluppano un atteggiamento negativo verso il brand.

Qualità e informazione

Come detto per creare contenuti di valore bisogna informare. Non a caso una delle parole maggiormente ricercate sui motori di ricerca è “come”. Gli utenti cercano risposte, sono interessati a come fare le cose, hanno un approccio al problem solving.
Altro elemento fondamentale è poi la capacità di rafforzare la fiducia degli utenti. Gli esperti in un settore o una nicchia attraggono sempre. Se i consigli vengono dati da persone che hanno raggiunto un grado di autorevolezza e fiducia da parte nostra vengono più facilmente seguiti. Si pensi ad esempio all’attività degli influencer. Persone ritenute esperte in un dato ambito che vengono consultate, ascoltate, seguite.

La forma

Non è bello ciò che è bello ma ciò che piace. Un contenuto di valore deve essere studiato bene nella forma e nell’aspetto. La presenza online si crea e si sviluppa con contenuti fatti bene, di qualità e accattivanti. L’aspetto non solo estetico è fondamentale, ma anche la capacità di coinvolgere in modo diretto e senza annoiare.
Prima regola quindi è creare contenuti per aiutare le persone a raggiungere il loro scopo ma produrli in modo che siano anche belli da fruire e da vedere.
Contenuti di questo genere assicureranno clienti anche in futuro e permetteranno di stabilire relazioni di lungo periodo. Una volta conquistata la fiducia delle persone sarà poi necessario essere in grado di mantenerla e di non deludere mai gli utenti.

C’è un modo molto semplice ma interessante per creare contenuti di questo genere ovvero raccontare storie.

Una storia richiede alcuni passaggi facili ma fondamentali: un inizio, una parte centrale e una fine. Richiede sempre un personaggio principale, un obiettivo da raggiungere, un ostacolo, una guida e un lieto fine.
Se gli utenti si identificano con il personaggio il coinvolgimento è assicurato.
Certo, creare un contenuto creativo è più difficile rispetto ad un qualunque post informativo tuttavia con l’acquisizione di competenze specifiche e tanta pratica è possibile.
Fare content marketing richiede esperienza e tanta pratica. Occorre conoscere bene come impostare una strategia, quali mezzi usare per raggiungere gli obiettivi stabiliti, saper scegliere argomenti adatti e capire quali contenuti selezionare. Tuttavia, si tratta di un mondo affascinante che appassiona e con possibilità di successo elevate.

Aprile 28, 2020


Generazione Vincente Academy s.r.l. C.F./P.IVA: 04925701213
CCIAA: NA722509
Capitale i.v.: € 50.000

Centro Direzionale Napoli, Is. E1
0815824911
info@geviacademy.it

Politica Aziendale

AUTORIZZAZIONI

Autorizzazione MinisterialeEnte autorizzato dal Ministero del Lavoro e accreditato dalla Regione Campania


Ente Accreditato FormatempEnte accreditato dal fondo Forma.temp


Ente Accreditato Eipass Ente accreditato Eipass


 

top
Gevi Academy Copyright @ 2020 Web and design powered by Skillapp – Web Agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi